Gianni Garzanero, nato a Ferrara il 14 febbraio del 1936, é un calzolaio, artigiano e stilista italiano. Le sue scarpe sono state indossate da importanti personalitá del mondo dello spettacolo e del cinema; inoltre, sono state utilizzate anche per correggere problemi di dismetria, una soluzione piú discreta ed elegante rispetto alle scarpe ortopediche.

Biografia

Massimiliamo Garzanero, papá di Giovanni, era calzolaio e lavorava a Ferrara, presso la sua bottega. Giovanni da piccolo passava molto tempo con suo padre e lo aiutava: da lui apprese l’arte della fabbricazione di una calzatura artigianale.

Incoraggiato da suo padre, studió Medicina presso l’Universitá di Ferrara, ma dopo poco tempo abbandonó gli studi da medico e si trasferí a Milano, rapito dalla rivoluzione economica e sociale degli anni ’50. In quell’epoca, lavoró da impiegato ne La Vera Scarpa, in Via Orefici: un suo collega di lavoro gli consiglió di cambiar nome e da Giovanni inizió a farsi chiamare Gianni.

Nel 1959, durante il servizio militare, si rese conto che la moda delle scarpe da uomo era statica e che i soldati, con le loro uniformi militari, kit, caschi ed armi, perdevano altezza e non causavano piú la stessa impressione. A partire da quest’osservazione, cominció a pensare ad un modo per poter incrementare l’altezza in maniera artificiale, aumentando il tacco delle scarpe e degli stivali militari.

Quasi 10 anni dopo, verso la fine degli anni ’60, Gianni inserí un rialzo nei suoi modelli, creando una calzatura convenzionale ed esteticamente piacevole alla vista: fu grazie a questo rialzo che chi le indossava poteva aumentare la propria statura di vari centimentri.

Grazie agli ordini di alcuni colleghi del servizio militare e di altri amici, nel 1974 Gianni riuscí ad aprire il suo primo negozio a Milano; purtroppo, meno di un anno dopo dovette chiudere bottega, riconoscendo in varie occasioni di non avere clienti. Ciononostante, in quell’anno di tempo il suo prodotto si era diffuso tra la classe nobile e quella política: affascinati, questi nuovi possibili clienti rintracciarono Gianni, che nel frattempo era ritornato a Ferrara, per commissionargli delle scarpe. Da allora, Gianni cominció a disegnare scarpe con rialzo per ogni etá. Tra i suoi clienti,si distinguono attori e politici di fama mondiale.

Nel 1999 disegnó la sua prima línea di moda maschile, a cui aggiunse in seguito dei complementi, tra cui gemelli, cravatte e cinture.


Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito, ne acconsentirai l’utilizzo. Saperne di piú.